Vai al contenuto

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

ENTRA NELLA COMMUNITY DI APPASSIONATI D'ARTE

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi subito un codice sconto del 10% valido sul tuo primo ordine!

Pure Evil

Figlio del pittore gallese John Uzzell-Edwards, sin da bambino Charles coltiva la sua passione per l’arte entrando in contatto con i lavori del padre e subendo l’influenza di grandi artisti come Picasso e Chagall. Ciò che però è decisivo per la sua formazione come artista sono i diari di Andy Warhol e i libri di Pop Art che Pure Evil leggeva nella biblioteca del padre.

Da sempre appassionato di skateboard e street style, Charles si trasferisce dal Galles a Londra per inseguire il suo sogno e laurearsi in moda e graphic design. La capitale britannica lo affascina, ma il luogo di maggior ispirazione per un giovane artista negli anni ’90 è la California così un viaggio di poche settimane, si trasforma in un soggiorno a San Francisco lungo dieci anni. Negli States Charles diventa uno degli stilisti della linea di abbigliamento Anarchic Adjustment e lavora come DJ di musica elettronica. Immerso in un clima di grande fermento artistico tra musica e cultura di strada, per la prima volta Pure Evil si confronta con i graffiti della West Coast che lo appassionano a tal punto da iniziare lui stesso a dipingere.

Al suo rientro a Londra, nel 2000, lo street artist porta con sé tutta l’esperienza maturata in America e la sua tag, un coniglio con le zanne, inizia ad apparire per le strade dei sobborghi della città accanto ai graffiti di Ben Eine, D*Face, Paul Insect e Banksy. Con loro contribuisce a Santa’s Ghetto, una mostra collettiva itinerante che sfida le logiche di mercato e la cui prima edizione si è tenuta al The Dragons Bar situato nel vivace quartiere di Shoreditch. La mostra presentava un corpus di opere in vendita di tutti gli artisti rappresentati dall’allora celebre laboratorio di produzione artistica POW – Pictures On Walls. È proprio con POW che Pure Evil realizza la sua prima print realise. Dopo il successo della prima mostra personale, nel 2007 l’artista apre la Pure Evil Gallery a Shoreditch in Leonard Street e sei anni più tardi ne inaugura un’altra più grande che oltre a promuovere la propria arte, diventa un punto di riferimento per artisti emergenti provenienti da tutto il mondo.